Nuovi linguaggi a scuola


Tre esperienze del Ballerini nell’eBook Apple dedicato al coding
Tre esperienze del Ballerini nell’eBook Apple dedicato al coding

«Parlare di coding fra i banchi di scuola e realizzare progetti trasversali e multidisciplinari» dichiara Roberto Pagani, Dirigente Scolastico del Collegio Ballerini «rappresenta oggi uno strumento fondamentale per stimolare negli studenti attività di problem solving, lavoro di gruppo e didattica esperienziale. Il tutto utilizzando un ambiente di apprendimento che è vivo “nel digitale” come oramai lo è la nostra società. La EU Code Week ci ha consentito di promuovere alcuni progetti innovativi e siamo felici che Apple abbia selezionate tre nostri progetti fra i dieci che saranno raccolti nella prima edizione del Coding Playbook italiano».

Come da tradizione degli ultimi anni, il mese di ottobre impegna tutte le scuole d’Europa nella creazione di spazi di apprendimento e laboratori dedicati allo sviluppo del coding e del pensiero computazionale. L’EU Code Week rappresenta, in forte crescita di anno in anno, un appuntamento ricco di progetti e attività realizzati dalle scuole per sostenere l’utilizzo di tutte le moderne forme di linguaggio. Migliaia di esperienze che tutti gli studenti del nostro continente hanno la possibilità di vivere per aprire lo sguardo al futuro attraverso modalità innovative del fare scuola.

L’edizione 2019 della settimana dedicata al codice vede per il Collegio Ballerini un motivo d’orgoglio in più nel percorso che, da oltre otto anni, promuove l’utilizzo di tecnologie nella didattica, tablet e piattaforme di apprendimento cloud.

In occasione della pubblicazione della prima edizione di un libro digitale con le migliori attività italiane di coding, Apple ha infatti selezionato tre esperienze progettuali, fra le dieci totali presenti nel libro, che sono nate in Collegio e che sono state sviluppate dai docenti nei vari ordini di scuola.

Varie le tematiche promosse dalle attività: dall’utilizzo del coding come occasione di sviluppo linguistico e storytelling fino alla creazione di app per potenziare il funzionamento di smartphone e tablet. Sicuramente l’attività più coinvolgente (anche dal punto di vista fisico!) è stata RoboStreet, un laboratorio nel quale l’utilizzo del coding e della robotica ha stimolato, nei ragazzi della scuola secondaria di primo grado, l’apprendimento delle basi dell’educazione stradale all’interno di un percorso appositamente creato.

Lo sviluppo di queste progettualità proseguirà durante i prossimi anni scolastici nei quali queste tematiche saranno sempre più presenti nel curricolo didattico del Collegio anche grazie al lavoro dei docenti, fra cui alcuni formati e certificati Apple, che compongono il Team dell’Innovazione del Ballerini.

VISUALIZZA E SCARICA un estratto del progetto RoboStreet.